MicroCosmo è un gruppo di persone detenute e di persone ‘libere’ organizzate in un Laboratorio. Coloro che lo partecipano provengono dalle sezioni femminili, dalle sezioni maschili e dalla sezione isolati e protetti. Per questo è stato definito Gruppo Integrato.

Non è un dettaglio scontato, frutto invece di una maturazione cresciuta nella lunga esperienza di MicroCosmo. Il pregiudizio escludente verso alcuni detenuti, paradossalmente fortissimo all'interno della popolazione detenuta, è una costante storica e culturale, per lo meno nelle carceri italiane. Infatti fino a pochi anni fa i gruppi del laboratorio MicroCosmo erano tre e si riunivano separatamente. Una volta acquisita la condivisione dell'obiettivo con la direzione del carcere, nonché del settore sicurezza, dopo iniziali sperimentazioni, ma soprattutto attraverso il progetto "Nelson" (intitolato a Nelson Mandela), l’Associazione è riuscita a realizzare la prima formazione di un gruppo integrato.

Oltre all'abbattimento di un grande muro fra la popolazione detenuta, questo passaggio ha portato ad un arricchimento nelle elaborazioni che emergono dai lavori nel gruppo integrato, dovuto proprio alla pluralità dei punti di vista e alle diverse sensibilità. Fondamentale è infatti anche l'apporto della componente femminile in una composizione caratterizzata da una forte presenza maschile.

MC è un laboratorio gestito con la metodologia del gruppo per sollecitare l’esperienza di relazioni positive, la competenza relazionale, la necessità delle regole, la crescita di consapevolezza e del  senso di responsabilità.

In tutte le progettualità elaborate al suo interno, proposte dagli stessi detenuti che si esprimono come parte attiva, si adotta la scrittura autobiografica con la finalità di promuovere una rielaborazione della propria storia di vita, un pensiero riflessivo, e la cura di sé.

Sempre per il principio della partecipazione attiva, lo stesso nome del laboratorio è stato scelto dai detenuti più di venti anni fa quando il gruppo si è costituito.

 

Il laboratorio è attivo costantemente, è "continuativo" in quanto si svolge ininterrottamente durante tutto l'arco dell'anno, senza pause durante le festività natalizie, pasquali o estive, per evitare regressioni fra i partecipanti e per mantenere vivo l’acclimatamento nel gruppo stesso.

Per questo MicroCosmo è stato definito Gruppo Stabile Integrato. Inoltre, le persone detenute che si iscrivono a partecipare possono farne parte per tutta la durata della loro permanenza in istituto, o fino a quando si inseriscono in attività lavorative o in misure alternative.

L’effetto delle relazioni coltivate nel gruppo si espande anche nelle sezioni, nelle relazioni di aiuto e sostegno reciproco e nel coinvolgimento dei detenuti alle tematiche affrontate; questa partecipazione ‘indiretta’ muove nelle sezioni fra i detenuti pensieri che oltrepassano le tematiche giudiziarie e il pensiero negativo. La disseminazione può quindi alleviare dai pensieri cupi o spenti e portare argomenti nuovi che li riguardano.